it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: CATENINA D'ORO E STATUE DI 300 MILIONI DI ANNI

ARCHIVIO DEI BLOG PUBBLICATI

CATENINA D'ORO E STATUE DI 300 MILIONI DI ANNI


STAUTETTA DI CRETA DI NAMPAnampa

Nel corso degli scavi per la trivellazione di un pozzo nel 1889 a Nampa nell'Idaho, a una profondità di circa 90 metri, venne trovata una piccola figura umana, abilmente modellata nella creta.


Nel 1912 G.F. Wright scriveva : la figura è alta circa 4 centimetri, ed è notevole la perfezione  con cui è stata realizzata l'immagine di un essere umano...
Si tratta di una forma femminile, e nelle parti complete i tratti sono resi con un così vivido realismo da meritare al manufatto l'attribuzione a una scuola di arte classica. Quando l'oggetto fu mostrato al prof. F. W. Putman, mise subito in risalto la qualità delle incrostazioni di ferro che ne coprivano la superficie, dimostrando la notevole antichità del reperto. Sull'autenticità del reperto non vi era alcun dubbio comprovata anche dalla presenza sul luogo del ritrovamento del sig. G.M. Cumming di Boston (all'epoca sovraintendente del locale compartimento della ferrovia Short Line dell'Oregon). In seguito l'Istituto geologico degli Stati Uniti ha dichiarato in una lettera che gli strati di argilla situati a una profondità superiore ai novanta metri, <<appartengono con ogni probabilità alla formazione Gleens Ferry del gruppo dell'Idaho superiore generalmente considerato come facente parte dell'era plio-pleistocenica>>.  A parte l'Homo sapiens sapiens, non si sa di nessun ominide che abbia creato lavori artistici come la figurina di Nampa. Tale testimonianza suggerisce che circa 2 milioni di anni fa in America vivessero esseri umani simili a quelli di oggi.
CATENINA D'ORO NELL'ILLINOIS
Il Morrisonville Times nel 1891 riportava la seguente notizia: " Uno strano reperto è stato rinvenuto dalla signora S. W. Culp il mattino dello scorso martedì. Mentre stava spaccando un blocco di carbone e si accingeva a metterne i frammenti nel secchio, si accorse che nel blocco stava racchiusa una catenina d'oro, disposta a forma di cerchio, lunga una trentina di centimetri e di fattura antica e strana. Sulle prime la signora Culp pensò che la catenina fosse caduta per caso in mezzo al carbone, ma mentre si accingeva a sollevarle, l'idea che fosse stata lasciata cadere di recente si rivelò subito erronea. Il blocco di carbone si era infatti spezzato quasi nel messo, e la disposizione circolare della catenina faceva si che i due estremi si trovassero vicini e trattenuti all'interno del blocco, mentre i frammenti, staccandosi, ne avevano lasciata libera la parte centrale. Il blocco di carbone nel quale era racchiusa la catenina si ritiene provenisse dalle miniere di Taylorville o da quelle di Pana, nel sud dell'Illinois e se si pensa a tutte le lunghe ere necessarie alla Terra per formare uno dopo l'altro gli strati dai quali la catenina è stata celata alla vista, si rimane senza respiro. La catenina era d'oro a otto carati e pesava circa 13 grammi. Catenina che purtroppo negli anni è andata persa.
L'Istituto geologico dello Stato dell'Illinois ha dichiarato che il carbone in cui la catenina  era stata trovata risaliva a 260 o 320 milioni di anni fa.
ere
loading...