it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: QUELLE SONO LAMPADE??

ARCHIVIO DEI BLOG PUBBLICATI

QUELLE SONO LAMPADE??


Vinci un Apple





Ormai abbiamo visto e rivisto documentari, letto articoli che raccontano la grandezza del popolo Egizio e dei lavori splendidi ed imponenti che ci ha lasciato.

Certo è che all’interno delle piramidi, templi e tombe egizie, sicuramente non arrivava la naturalmente la luce del sole; non sono state ritrovate tracce di fumo e tanto meno fulligine di alcun tipo, sulle pareti e soffitti deliziosamente e solennemente decorate con stucchi. Quindi ci si chiede: “come vedevano quello che facevano?”

Ma un geroglifico unico al mondo potrebbe sciogliere il dubbio.

A Dendera, 70 chilometri da Tebe, si trova il tempio dedicato alla dea Hator, o meglio che ne rimane visto che negli anni il tempio viene saccheggiato, vengono rubate quasi tutte le lastre incise, tant’è che è chiuso al pubblico.

Il tempio, secondo le fonti ufficiali egizie, risalirebbe al XV secolo a.C., anche se alcune iscrizioni riportano a tempi più remoti. In una scena che ritrae i sacerdoti del tempio mentre celebrano i riti, si notano delle sorprendenti coincidenze, forse solo coincidenze, troppo spesso con tecnologie ed apparati moderni.

“Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova” - Agatha Christie.

E’ un disegno unico che non si trova ritratto in nessun altro luogo, ed è simile per non dire uguale alla prima lampada in grado di emettere raggi x costruita nel 1879 conosciuta come
tubo di crookes dal chimico e fisico Sir William Crookes.









Gli egittologi interpretano i bassorilievi come simbologia integrata nella mitologia egiziana, il serpente primordiale che nasce da un fiore di loto è un mito egizio conosciuto e anche il sostegno è un simbolo ricorrente nell'arte egiziana collegato con Osiride e raffigurante la sua spina dorsale.


Mentre per i sostenitori della cosiddetta archeologia misteriosa come degli antichi tubi di Crookes, apparecchi in grado di emettere radiazioni (un dispositivo che venne inventato circa dieci anni dopo la pubblicazione dei disegni di Dendera da parte del suo scopritore Auguste Mariette). Il gambo del fiore di loto è stato interpretato come un cavo elettrico di alimentazione; un sostegno che rappresenta parte della colonna dorsale del dio Osiride potrebbe tranquillamente essere interpretato come un avvolgimento elettrico e dei serpenti raffigurerebbero le serpentine che si trovano all'interno dei tubi di Crookes. Infine un dio tiene in mano due pugnali e questo viene interpretato come un segnale di pericolo che si troverebbe proprio in corrispondenza del punto in cui dal tubo di Crookes escono i raggi x.





lastra di Dendera


In breve:
Per gli egittoligi quello che campeggia sulla parete sarebbe un enorme fiore di loto, con un serpente, ed alla fine un dio che regge due pugnali.


Per gli altri invece si vede chiaramente il lungo cavo di alimentazione, il sostegno dell’oggetto con un componente elettrico con un avvolgimento per far funzionare la lampada.


Commentiamo ora la foto nei dettagli e secondo la classica interpretazione dei geroglifici:




1 Sacerdote
2 vapori ionizzati
3 scarico elettrico (serpente)
4 zoccolo della lampada (fiore di loto)
5 cavo (gambo del fiore di loto)
6 dio dell'aria
7 isolatore
8 simbolo del pericolo (dio Thoth con i coltelli)
9 simbolo della corrente
10 simbolo della polarità inversa
11 strumento per la conservazione dell'energia (batteria?).


Tra le altre osservazioni piuttosto valide, qualche studioso fa notare che il gambo di un fiore di loto in natura, non si sviluppa orizzontalmente lungo la terra, come nel rilievo, ma nella maggior parte dei casi e delle rappresentazioni egizie, il gambo del fiore di loto non è visibile affatto poiché fiore acquatico e quindi sommerso (il gambo).










Questi sono i fiori di loro normalmente rappresentati nei geroglifici (Trovare foto fiore di loto egizio)


Non finisce qui, il fiore di loto non è mai stato rappresentato con quella specie di sfera di vetro, che non avrebbe avuto senso neanche se rappresentasse un serpente che nasce.
Altro punto, il dio Toth con i coltelli in mano per gli egizi era simbolo di grande pericolo. In questo caso, un fiore di loto che pericolo poteva mai generare?
Tirate voi le vostre personali conclusioni.


loading...