it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: L'OMICIDIO DI J.F. KENNEDY E GLI EXTRATERRESTRI!!

ARCHIVIO DEI BLOG PUBBLICATI

L'OMICIDIO DI J.F. KENNEDY E GLI EXTRATERRESTRI!!

COSA HANNO A CHE FARE  J.F. KENNEDY, GLI UFO E I MAJESTIC 12 O MJ-12?
CHI O COSA SONO "I MAGNIFICI 12"?

Nel dicembre del 1984, una busta  cadde attraverso la fessura posta nella porta principale di Jaime Shandera, uno scrittore e ricercatore UFO. Conteneva un rotolo di pellicola da 35 mm. Il timbro postale sulla busta gli diceva poco; proveniva da Albuquerque, nel New Mexico, ma non c'era nessun indirizzo di ritorno o indicazione di chi avrebbe potuto inviarlo o cosa fosse. Shandera ha chiamato il suo partner nella ricerca sugli UFO, l'autore Bill Moore. Hanno sviluppato il film e hanno scoperto che ogni fotogramma era una fotografia di una pagina di un documento. Stampato, ha formato ciò che è diventato noto come i documenti Majestic 12, in genere abbreviato MJ-12.

Il documento pretendeva di essere un promemoria scritto nel 1952 dal direttore della CIA, al fine di informare il presidente Eisenhower dell'esistenza di un gruppo di dodici scienziati e funzionari militari riuniti nel 1947 per ordine del presidente Truman, per indagare sull'incidente di Roswell. Il memo ha consigliato al presidente l'importanza del gruppo Majestic 12 e ha suggerito che il progetto proseguisse.


Moore e Shandera decisero di mantenere segreti i documenti, condividendoli solo con alcuni pochi ricercatori di UFO, tra cui Stanton Friedman, l'autore originale della mitologia Roswell. 
Nel 1986, una fonte anonima descrisse i documenti all'autrice britannica di ufologia, Jenny Randles, ma lei li rifiutò. 
Nel 1987, i documenti furono ricevuti anonimamente da un altro autore britannico di UFO, Timothy Good, che questa volta li ha pubblicati nel suo libro Above Top Secret. 
Moore si rese conto che il tempo per la segretezza era passato, e partecipò insieme ai colloghi alla conferenza sugli UFO nel giugno di quell'anno, divulgando il contenuto dei documenti.
All'improvviso tutti sapevano di MJ-12.
L'autore scettico di UFO, Philip Klass ha inviato una copia dei documenti all'FBI, che ha immediatamente esaminato la loro autenticità.
"L'Office of Special Investigations, US Air Force, avvisò il 30 novembre 1988 che il documento era stato fabbricato. Copie di quel documento sono state distribuite in varie parti degli Stati Uniti. Il documento è completamente falso."
Naturalmente, anche se il documento fosse autentico, la sua ampia disponibilità pubblica potrebbe persuadere il governo a sostenere che è falso. 
"La lingua nel rapporto dell'FBI è un po vaga: (L'AFOSI) ha consigliato ... che il documento è stato fabbricato", non significa necessariamente che lo hanno fabbricato, ma generalmente lo intende. Indipendentemente da ciò, chiunque abbia creato i documenti li ha inviati ad almeno tre importanti autori di UFO fino a quando non li ha resi pubblici. Sono stati scritti per essere sbandierati in lungo e in largo.
Le immagini ritratte non erano di persone o luoghi (o alieni), ma di otto pagine di documenti classificati TOP SECRET. Le pagine raccontavano una storia esplosiva che, se fosse vera, non solo confermavano l'incidente di Roswell, ma descrivevano anche le persone dietro la sua ricerca e occultamento.
Il file più importante, datato 1952, descriveva un numero di incontri con UFO, compreso il crash di Roswell, dal 1947 agli anni '50. Mentre queste descrizioni sembrano abbastanza vaghe da essere facilmente liquidate, il vero oro nel documento è stata la rivelazione che il presidente Truman aveva nominato un comitato di scienziati, funzionari governativi e militari - il Majestic 12 - per capire come affrontare l'incidente di Roswell e qualsiasi altra incursione aliena che si sarebbe potuta  verificare in futuro. 

Shandera e Moore passarono anni a cercare di verificare e convalidare i documenti che erano caduti nei loro grembi, mentre la parola del Majestic 12 si diffondeva tra gli UfoLogists e i credenti. L'esistenza di una cabala del governo segreta che lavorava per nascondere e controllare il nostro primo contatto con gli extraterrestri era troppo succosa per rimanere sepolta. Le affermazioni dei documenti iniziarono a prendere piede, sia nella comunità UFOlogy, sia nella più ampia cultura che toccava, facendosi strada nella normale narrativa aliena della cospirazione.
Il documento afferma che un team altamente segreto composto da scienziati, funzionari governativi e leader militari - tutti ora morti - è stato istituito sulla scia dell'incidente di Roswell per indagare sui "resti dell'oggetto volante" e "quattro alieni morti" e valutare il rischio del pianeta di una "visita  aliena".
Il documento afferma che il gruppo era chiamato Majestic 12 e istituito per ordine del presidente Harry S Truman.
Queste le persone che ne facevano parte:

1 - Lloyd Viel Berkner, un fisico e ingegnere americano, morto nel 1967 a 62 anni, aveva studiato l'atmosfera della Terra;
2 - Detlev Wulf Bronk, un altro scienziato statunitense, morto a 78 anni nel 1975, conosciuto per aver sviluppato la biofisica.
3 - Vannevar Bush, ingegnere, inventore e scienziato americano, che guidò l'Ufficio di Ricerca e Sviluppo Scientifico negli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale; ha svolto attività di ricerca e sviluppo militare. Morì all'età di 84 anni nel 1974.
4 - Donald Howard Menzel, morto nel 1976 all'età di 75 anni, che fu uno dei primi astronomi teorici e astrofisici negli Stati Uniti e scoprì le proprietà fisiche della cromosfera solare, la chimica delle stelle, l'atmosfera di Marte e la natura di nebulose gassose.
5 - Hoyt Sanford Vandenberg, generale dell'aviazione americana, suo secondo capo di stato maggiore e secondo direttore dell'intelligence centrale, morto nel 1954 a 54 anni.
6 - Nathan Farragut Twining, morto nel 1982 all'età di 84 anni, che era capo di stato maggiore della United States Air Force dal 1953 al 1957, e durante l'incidente UFO di Roswell.
 7 - Sidney William Souers, scomparso nel 1973 a 80 anni, ex direttore dell'intelligence centrale e segretario esecutivo del Consiglio di sicurezza nazionale, prima di diventare consulente speciale del presidente per gli affari militari e esteri dal 1950 al 1953.
8 - Robert Miller Montague, tenente generale nell'esercito degli Stati Uniti che era vice comandante di Fort Bliss, Texas e comandante della base missilistica Sandia nel Nuovo Messico, morto nel 1958 all'età di 58 anni.
9 - James Vincent Forrestal, morto nel 1949 a 57 anni, fu il primo Segretario alla Difesa degli Stati Uniti.
10 - Gordon Gray, morto nel 1982 all'età di 73 anni, che era un funzionario del governo della difesa e della sicurezza nazionale.
11 - Roscoe Henry Hillenkoetter, il terzo direttore del Central Intelligence Group (CIG) del secondo dopoguerra, scomparso all'età di 85 anni nel 1982.
12 - Jerome Clarke Hunsaker, morto 98 anni nel 1984, e dal 1941 al 1956 presidente del Comitato consultivo nazionale per l'aeronautica.

Parte del documento, un rapporto di quattro pagine,  afferma di essere un briefing preliminare su Majestic 12.
Il rapporto dice che il gruppo aveva i resti di sette dischi volanti schiantati e 27 alieni.

Stanton Friedman,  esperto di UFO e fisico nucleare, sta studiando l'autenticità del documento e si dice che ritenga che possa essere autentico.

Il Paridigm Research Group (PRG), che cerca di fare pressione sulla Casa Bianca per divulgare documenti sugli UFO, ritiene che la relazione possa essere autentica, ma accetta che potrebbe anche essere falsa.
Ma non è certo l'esistenza degli alieni il segreto rivelato più importante in quei fotogrammi ma il memorandum che, per la prima volta nella storia, collega la figura di JFK e l’MJ12, e sopratutto testimonia la volontà di questo gruppo di impedire al Presidente di interferire con i loro affari. 
Questa pagina scampata alle fiamme, assieme ad altre otto, sono state fatte pervenire a Timothy Cooper per mano di una certa “Salina” che si presume sia stata la segretaria di James Jesus Angleton, Direttore della CIA all’epoca dell’assassinio a Dallas. In realtà il frontespizio di questa serie di documenti non è firmato, ma Timothy Cooper ha ricevuto nel corso degli anni molti altri documenti da questa “Salina”, che ormai in pensione avrebbe sentito la necessità di render note queste informazioni.

Tornando al contenuto di questo memorandum, scritto o dettato dal Direttore della Cia, identificato con la sigla MJ-1, vi è sopratutto una frase che evidenzia le intenzioni del MJ-12 nei confronti di JFK.

“…dovete sapere che LANCER ( all'epoca nome in codice per JFK ) sta indagando sulle nostre attività e noi questo non lo possiamo permettere…“
Considerato il livello di segretezza ed il calibro dei personaggi coinvolti non è diffcile credere che un modo per impedire che JFK ficcasse il naso nei loro affari era proprio quello di farlo fuori.
Ecco perchè.....
Sembra infatti che ciò che preoccupava il “governo ombra” fosse l’intenzione resa palese del presidente di collaborare con i Russi per la realizzazione di un programma spaziale congiunto. Nel memorandum che segue si può leggere infatti che Kennedy istruì proprio il direttore della Cia affinchè si facesse chiarezza tra gli Alieni “conosciuti” e gli “sconosciuti”, in modo che i Russi non fraintendessero eventuali minacce ma sopratutto che non credessero che dietro alla richiesta di collaborazione vi fosse il tentativo di rubare i loro segreti.
Oggi abbiamo due documenti importanti che il presidente John Kennedy aveva preparato nella stessa data: il 12 novembre 1963 - solo dieci giorni prima di essere ucciso nel corteo di Dallas.

LETTERA KENNEDY doc. 1


Doc. 1 -TRADUZIONE:  Uno dei documenti è classificato TOP SECRET, MEMORANDUM PER IL DIRETTORE della Central Intelligence Agency CIA"- presumibilmente nel novembre del 1963 che fu nominato proprio da Kennedy, John McCone, dopo aver licenziato Allen Dulles nel novembre 1961, ma il nome è oscurato per ragioni sconosciute.

Il SOGGETTO è: revisione della classificazione di tutti i file di intelligence UFO che riguardano la sicurezza nazionale.

Il presidente Kennedy scrive: "Come ho discusso con voi in precedenza, ho iniziato NAME BLACKED OUT e ho incaricato James Webb (astronomo) di sviluppare un programma con l'Unione Sovietica nello spazio comune e nell'esplorazione lunare. Sarebbe molto utile se tu volessi rivedere i casi di alta minaccia con lo scopo di identificare la buona fede rispetto alle fonti classificate CIA e USAF. È importante che facciamo una chiara distinzione tra i noti e gli sconosciuti nel caso in cui i sovietici tentano di confondere la nostra estesa cooperazione come copertura per la raccolta di informazioni sulla loro difesa e sui programmi spaziali.

Quando questi dati sono stati risolti, vorrei che tu organizzassi un programma di condivisione dei dati con la NASA, dove gli Sconosciuti sono un fattore. Ciò aiuterà i direttori delle missioni della NASA nelle loro responsabilità difensive.

Vorrei una relazione provvisoria sulla revisione dei dati entro il 1 febbraio 1964.

Firmato John F. Kennedy.

Accanto alla linea della firma di Kennedy, c'è una breve nota scritta a mano di James Jesus Angleton che sembra riconoscere la direttiva del memo, ma qualsiasi altra cosa scritta in fondo alla pagina è completamente oscurata. 
foto lettera doc. 2 

lo stesso giorno, il 12 novembre 1963, il Presidente Kennedy ha anche inviato un Memorandum di Azione di Sicurezza Nazionale N. 271 per l'Amministratore, l'Aeronautica Nazionale e l'Amministrazione Spaziale (NASA) sul "Soggetto di cooperazione con l'URSS sulle questioni dello spazio extra-atmosferico".
Il memoriale di Kennedy inizia, "Vorrei che tu (Amministratore della NASA) assumessi personalmente l'iniziativa e la responsabilità centrale all'interno del governo per lo sviluppo di un programma di cooperazione sostanziale con l'Unione Sovietica nel campo dello spazio, compreso lo sviluppo di specifiche tecniche proposte. ... Queste proposte dovrebbero essere sviluppate in vista della loro possibile discussione con l'Unione Sovietica come risultato diretto della mia proposta del 20 settembre 1963 per una più ampia cooperazione tra gli Stati Uniti e l'URSS nello spazio esterno.

Da cui possiamo dedurre almeno due fatti:
Il primo che tutti, ad un certo livello, erano consapevoli dell’esistenza della presenza di questi  “sconosciuti” compresi  gli astronauti che descrivevano gli UFO che incontravano in orbita con il soprannome di "Babbo Natale". Il secondo che se da loro è necessario difendersi devono essere necessariamente ostili. Quindi sembra trapelare uno scenario in cui vi siano gruppi di alieni, perchè di questo si parla, conosciuti e forse alleati mentre altri ancora sconosciuti e, quanto meno, non alleati.

Un’indiretta conferma dell’originalità di questi documenti si può ritrovare in un messaggio classificato, mandato dal Presidente Eisenhower al suo direttore della CIA in cui si cita il programma Jehovah, menzionato anche su questa stessa pagina. Per inciso, il progetto Jehovah sarebbe un programma di retro-ingegneria su velivoli alieni portato avanti da Oppenheimer e Einstain.

L'altro era che aveva un promemoria in cui si trova il Memorandum d'azione sulla sicurezza nazionale n. 271 sulla cooperazione con l'Unione Sovietica in materia di spazio esterno. Questo è un documento molto significativo perché stava progettando di andare sulla luna con i sovietici. Quindi avrebbe invitato i russi a farlo. Stava per sbarazzarsi della razza spaziale e ridurre le tensioni, e questo era un ottimo modo per farlo.
Ovviamente l'intento del Presidente degli Stati Uniti era esattamente l'opposto dell'MJ-12 nonchè dell'operazione Paperclip anch'essa operazione segreta fondata in quegli anni. L' operazione Paperclip era un programma segreto della Joint Intelligence Objectives Agency (JIOA) degli Stati Uniti in cui più di 1600 scienziati, ingegneri e tecnici tedeschi, come Wernher von Braun e la sua squadra di missili V-2, furono reclutati dalla post - Germania nazista e portati negli Stati Uniti per impieghi governativi, principalmente tra il 1945 e il 1959. Molti erano ex membri e alcuni erano ex leader del Partito nazista. Ma per quale motivo?
Il motivo è fin troppo chiaro, visto che hanno avuto tra le mani  questa tecnologia avanzata, piovuta dal cielo, hanno avuto bisogno dei migliori inventori e scienziati dell'epoca per capirne e sfruttarne il funzionamento,  non volevano condividerla  con i russi in quel momento. 
Lo scopo principale dell'operazione Paperclip era il vantaggio militare statunitense nella guerra fredda russo-americana e nella corsa allo spazio. Simile agli Stati Uniti, ma più in stile militare, l'Unione Sovietica ha reclutato forzatamente (sotto la minaccia di una pistola) circa 2000 scienziati tedeschi con l'operazione Osoaviakhim durante una notte.
Ma in quel preciso momento storico, Kennedy stava cercando di aprire il mondo, perchè credeva nella libertà, nella pace ed intendeva lavorare in tal senso, unendo le allora due super potenze economiche e militari. Ricordiamo che tra i suoi intenti c'era anche il ritiro delle truppe americane dalla guerra del Vietnam. Senz'altro questi due mondi non potevano coesistere.

Lascio ad ognuno di voi trarre le proprie conclusioni. Certo è che mai nessuno, ufficialmente, confermerebbe la veridicità di tali documenti vista la portata delle informazioni contenute e i suoi retroscena. Vero è che nella storia intera dell'essere umano il vero motivo per il quale sono state combattute le guerre, pur se cominciate per tutelare la libertà o la religione, alla fine, in fondo c'è sempre il dio denaro. Chi avrebbe perso molto molto denaro se non ci fosse stata la guerra in Vietnam, se non ci fosse stata la corsa agli armamenti nucleari per avere la supremazia sugli altri paesi della terra? Non io e non voi!!







loading...