it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: PORTALE SPAZIO TEMPO? LA PORTA DI HAYU MARKA

ARCHIVIO DEI BLOG PUBBLICATI

PORTALE SPAZIO TEMPO? LA PORTA DI HAYU MARKA

PORTALE SPAZIO TEMPO?
LA PORTA DEGLI DEI?

Porta dell'Amaru Meru (Hayu Marka)

 Perù, Titicaca.

Un'enorme e misteriosa struttura a forma di porta nella regione montuosa di Hayu Marca, nel sud del Perù, vicino al lago Titicaca, a un'ora di auto dalla città di Puno, è stata a lungo venerata dagli indiani locali come la "Città degli Dei". Anche se nessuna città reale  è mai stata scoperta. L'area remota è conosciuta come una valle degli spiriti, o foresta di pietra, fatta di strane formazioni rocciose che ricordano animali, esseri, edifici, dinosauri e strutture artificiali.


La porta o la "Puerta de Hayu Marca" (Porta degli Dei) è stata, in qualche momento nel lontano passato, scolpita su una parete rocciosa naturale e in tutto, misura poco più di un metro di altezza e 1/2 metro di larghezza, con una piccola alcova al centro 

A cosa servisse e soprattutto a chi non si sa con certezza.

Gli indiani nativi della regione avevano una leggenda che parlava di "una porta di accesso alle terre degli dei", e in quella leggenda si diceva che in passato i grandi eroi erano andati a unirsi ai loro dei e passavano attraverso il cancello per una gloriosa nuova vita di immortalità, e in rare occasioni quegli uomini ritornarono per un breve periodo con i loro dei per "ispezionare tutte le terre del regno" attraverso il cancello.   
Un'altra leggenda narra che quando i conquistadores spagnoli arrivarono in Perù e saccheggiarono oro e pietre preziose dalle tribù Inca, un sacerdote inca, del Tempio dei sette raggi, chiamato Amaru Meru, fuggì dal  tempio con un sacro disco d'oro, noto come "la chiave degli dei dei raggi" e si nascose nelle montagne di Hayu Marca. Alla fine arrivò alla porta che era sorvegliata dai sacerdoti shamen. Mostrò loro la chiave degli dei e dopo  un rituale magico, dal centro della porta una luce blu uscì e sembrò esserci un  tunnel all'interno. Il prete Amaru Meru porse il disco d'oro agli sciamani e poi passò attraverso il portale e di lui non se ne ebbero più tracce.



Gli archeologi hanno osservato una depressione circolare di piccole dimensioni lavorata a mano, sul lato destro dell'entrata piccola, e hanno teorizzato che questo è il punto in cui un piccolo disco può essere posizionato e tenuto dalla roccia.

È interessante notare che la struttura ricorda innegabilmente la Porta del Sole a Tiwanaku (Tiahuanaco) e altri cinque siti archeologici. La gente del posto segnala sfere blu incandescente e oggetti luminosi di colore bianco e arcobaleno avvistati sul lago. La leggenda di cui sopra si conclude con la profezia che la porta degli dei  si riaprirà un giorno "molte  più grande di quanto sia in realtà" e permetterà agli dei di ritornare nelle loro navi del sole.
Altra profezia peruviana afferma che tutte le Americhe un tempo erano unite da una comune tradizione spirituale e leader, e che sarebbero tornati di nuovo. Eravamo anticamente uniti come Amaru-ca o Ameru-ca, Ameri-ca, che significa "Terra del Serpente", in un periodo in cui il serpente era il simbolo universale della saggezza mistica e del potere spirituale. Un'altra leggenda narra che il Nord e il Sud America avevano il nome di un portatore di cultura conosciuto storicamente come Aramu Muru o A maru (serpente / saggezza) il "Serpente (maestro della saggezza) Meru", con collegamenti al mitico Monte Meru, dimora della Demi- Di Dio. 

Aramu Muru proveniva dall'antico continente di Mu con molti oggetti di potere, tra cui il potente disco solare che prima era appeso in un importante tempio nella sua terra natia. Egli portò anche molti riti e simboli sacri, come la chacana, la croce a gradini, che dopo essere stati portati dai missionari in tutte e quattro le direzioni servì a unire le Americhe in una cultura spirituale omogenea. Le leggende affermano che Aramu Muru ha assistito molte tribù native americane dopo il loro arrivo in Perù durante il periodo delle distruzioni di Mu (Lemuria) e dell'Antica terra rossa (Atlantide). Ha poi unito queste tribù in una cultura molto avanzata che ha proceduto a costruire molti dei maestosi templi megalitici che ancora oggi adornano il panorama del Perù. Sebbene molti abbiano dimenticato queste antiche connessioni, lo spirito di Aramu Muru non se n'è mai andato, e continua a sorvegliare tutte le Americhe dal Tempio dell'illuminazione situato sopra e all'interno del Lago Titicaca. Inoltre, si dice che il grande Disco Solare di Mu sia stato gettato  all'interno  del lago sacro.













Da questa prospettiva è veramente spettacolare ed inevitabilmente enigmatico il movente dell'apertura di questa porta, perchè altro non sembra, che una porta aperta nella roccia nuda ma che incredibilmente non porta da nessuna parte, o forse con molta molta fantasia potrebbe portare ovunque nello spazio infinito che ci circonda. Certo è che la domanda perchè scavare una porta nella roccia viva senza alcuna apparente uscita ? E' inevitabile.

loading...