it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: 200 VOLTI SORRIDENTI SCOLPITI NELLA ROCCIA, DA CHI E PERCHE'?

200 VOLTI SORRIDENTI SCOLPITI NELLA ROCCIA, DA CHI E PERCHE'?




Il Tempio Bayon è un complesso di templi nel centro dell'antica città di Angkor Thom, che si trova nella regione di Angkor, in Cambogia .
Il complesso di Angkor , incluso Angkor Thom, è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1992 .

Costruito alla fine del 12 ° secolo , fu completato durante il regno di Jayavarman VII. È stato creato in stile buddista. Il tempio è orientato verso est, e così i suoi edifici sono arretrati a ovest all'interno di recinti allungati lungo l'asse est-ovest.
È meglio conosciuto per le sue 54 torri e più di duecento facce del Buddha che emanano una sensazione come se ti fissassero con uno sguardo rilassato, calmo e beato.
Le massicce teste di pietra trasmettono serenità, ed è esattamente quello che hanno sentito le persone che hanno visitato il luogo.







Bayon è  il tempio di stato della nuova capitale di Jayavarman, Angkor Thom, che occupa il suo centro data la centralità del buddismo nell'impero Khmer.
A differenza degli altri templi costruiti dai Khmer, Bayon è unico in quanto era l'unico tempio di stato costruito principalmente come un santuario buddista Mahayana dedicato al Buddha.
Dopo la morte di Jayavarman, le caratteristiche del tempio furono alterate, secondo la credenza religiosa dei loro successori con elementi buddisti indù e theravada che non facevano parte dei piani originali del tempio.
Tuttavia, questa miscela di stili diversi è esattamente ciò che rende questo tempio affascinante e così misteriosamente bello. Tra l'altro in questo paese vengono sconvolti i canoni dell'architettura all'epoca esistente in tutto il mondo, con costruzioni talmente lavorate ed abbellite che non hanno pari in alcun luogo almeno per similitudine. Se non nei templi e siti Indiani, che come abbiamo già detto, sembrano costruiti a somiglianza dei Vimana "case volanti" che, numerosi, occupano le scritture sacre indiane. Ci potrebbe essere allora qualche collegamento?


uno dei tanti bassorilievi presenti
















Senza dubbio, tra tutte le caratteristiche originali del tempio, ci sono più di 200 gigantesche facce di pietra che si distinguono e sono ciò che quasi tutti i turisti ricordano meglio dal complesso del tempio.
Questi volti, costruiti in gruppi di quattro e di design quasi identico, indicano una direzione cardinale, che simboleggia l'onnipresenza della persona il cui volto è rappresentato.
Si ritiene che le statue rappresentino il volto di Avalokitesvara, un bodhisattva che incarna la compassione di tutti i Buddha. Questo bodhisattva è variabilmente descritto ed è ritratto, in diverse culture, sia in figure femminili che maschili.











Questa idea è supportata dalle caratteristiche peculiari del viso, in particolare gli occhi chiusi e il sorriso misterioso che, come sostengono molti esperti, rappresentano uno stato di illuminazione e tranquillità.
Curiosamente, proprio come con Angkor Wat, il complesso del tempio Bayon è pieno di bassorilievi, che presentano un'insolita combinazione di scene mitologiche, storiche e banali.






















Il complesso del tempio ha un totale di 1,2 km di ornamenti in pietra che incorporano oltre 11.000 figure in totale. Il team del governo giapponese per la salvaguardia di Angkor (la JSA) ha descritto il tempio come "l'espressione più eclatante dello stile barocco" dell'architettura Khmer, in contrasto con lo stile classico di Angkor Wat.
È un enorme museo a cielo aperto o meglio un'opera d'arte.
L'antico tempio fu costruito su tre livelli, accessibili attraverso stretti corridoi dove la luce è estremamente scarsa,  probabilmente anche questo particolare non è stato realizzato per puro caso, ma tenendo conto delle temperature molto alte che la zona raggiunge nei periodi estivi. Qui nulla sembra essere lasciato al caso.
















SE TI E' PIACIUTO IL POST,  ISCRIVITI AL BLOG, MI AIUTERAI A FARLO CRESCERE. 
GRAZIE