it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: I CATACLISMI NARRATI DA PLATONE SONO REALMENTE AVVENUTI! 1 PARTE

ARCHIVIO DEI BLOG PUBBLICATI

I CATACLISMI NARRATI DA PLATONE SONO REALMENTE AVVENUTI! 1 PARTE




Nel 1985, Henri Cosquer, collaboratore di una scuola di immersioni a Cassis (ad est di Marsiglia), si immerse nelle profondità di Cap Morgiou. Non cercava niente di particolare, si godeva semplicemente le meraviglie del mondo sommerso. A 35 metri di profondità, proprio accanto a un piccolo cumulo di massi, Cosquer notò l'apertura di una caverna e cautamente vi si addentrò. Ben presto il sub si rese conto che questa piccola apertura era l'ingresso di una galleria sommersa che risaliva verso l'alto. Per quel giorno non oso' avventurarsi oltre perchè aveva riserve di ossigeno per appena mezz'ora, non era equipaggiato nè con riflettori subacquei, nè con una macchina fotografica. Alcune settimane più tardi ritornò sul posto accompagnato da due
amici Marc e Bernard e con attrezzature professionali. Con estrema cautela i tre amici nuotarono lungo un corridoio lungo 40 metri ed emersero sulla superficie di un lago sotterraneo. Sul muro occidentale di una sala riconobbero le sagome di due cavalli. Il riflettore di Bernard rischiarò il soffitto, illuminando una capra disegnata con del carbone, coperta da uno strato di calcite trasparente.







Vinci un Apple


Gli uomini uscirono dall'acqua e provarono cautamente a respirare l'aria della caverna, che fortunatamente non era venefica. Nella sala successiva, di dimensioni maggiori rispetto alla prima, il fascio di luce illuminò una sorta di pinacoteca preistorica con : bisonti, alche, gatti, antilopi, una foca e persino alcuni simboli geometrici. Henri Cosquer mostrò le foto della grotta ad alcuni archeologi, i quali nicchiarono, rimasero scettici o addirittura giunsero a credere che si trattava di un falso.


Soltanto sei anni dopo, no dico 6 anni sopo, il 19 settembre 1991 l'Archéonaute, una nave di ricerca della Marina francese gettò l'ancora davanti a Cap Morgiou. Undici uomini rana seguirono Henri Cosquer nelle grotte. A bordo della nave erano rimasti otto esperti tra i quali due archeologici. Vennero calate attrezzature speciali, grazie alle quali fu possibile cartografare la pinacoteca sotterranea e prelevare addirittura alcuni campioni dei dipinti. La datazione al carbonio 14 stabilì per questi straordinari reperti la veneranda età di 18.440 anni. (Non è un errore, 18.440).

Cosa concludere:
18.440 anni fa il livello del Mar Mediterraneo era inferiore di 35 metri e quindi, l'ingresso delle grotte non era certamente sommerso. Nel Mediterraneo si trova anche l'isola di Malta che, oltre a vantare splendidi templi preistorici, presenta alcuni solchi misteriosi, simili a binari, scavati nel terreno calcareo. In due punti questi strani "solchi" finiscono dritti in mare.

Poichè colui che ha creato questi "binari" preistorici di certo non era nè un pesce dall'elevato quoziente intelletivo, nè un cavernicolo armato di una muta in bronzo, munita di bombole d'ossigeno...è evidente che all'epoca questo tratto di costa doveva trovarsi sopra il livello del mare. Domandiamoci ora se l'innalzamento del mare, riscontrato in questa area, interessa soltanto il bacino del Mediterraneo? Certamente no, le prove di queste fenomeno sono ovunque nel mondo.


Sulla costa atlantica a Carnac, Bretagna, si trovano migliaia di menhir (dal celto men, grande e hir, pietra), in file ben ordinate. In origine dovevano esistere almeno 15.000 statue stele. L'archeologia si chiede ancora oggi cosa rappresentino esattamente. Una di queste stele scompare nelle profondità del golfo di Morbian. E sui fondali davanti all'isoletta di Er'Lanic si trova un grande cerchio di menhir che si riesce ancora a scorgere, se durante la bassa marea, ci si immerge con la maschera subacquea. L'ubicazione di questi monumenti dimostra chiaramente che è salito anche il livello dell'Oceano Atlantico.
L'aumento del livello dell'acqua nel Mediterraneo e nell'Atlantico non può essere messo in discussione.
E nell'Oceano Pacifico?
Se è riscontrato l'innalzamento delle acque così come raccontate da Platone, perchè non dovrebbero essere vero ciò che racconta sull'esistenza di Atlantide?
loading...