it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: INCREDIBILE!! SCOPERTE 16 PIRAMIDI A XIAN, CINA, NE AVETE SAPUTO QUALCOSA??

INCREDIBILE!! SCOPERTE 16 PIRAMIDI A XIAN, CINA, NE AVETE SAPUTO QUALCOSA??





"La Cina conserva ancora molti misteri, di cui la stessa popolazione locale non è a conoscenza", scriveva il ricercatore tedesco Hartwig Hausdorf nel suo libro del 1994 “Die weisse Pyramide” (La Piramide Bianca) riportando quanto visto dal pilota americano Gaussman e recita ancora: «Ho parlato con gli archeologi cinesi, i quali in un primo momento hanno negato qualsiasi piramide, ma alla fine hanno riconosciuto la loro esistenza». La piramide bianca fu avvistata da James Gaussman e  poi resa celebre dall’omonimo libro di Hausdorf. Nella primavera del 1945, alla fine della seconda Guerra Mondiale, James Gaussman, pilota dell’US Air Force, era in volo di routine tra l’Annam (India) e il Chongqing, nel Sichuan cinese. Tutto cominciò con una perdita di potenza del motore. “Virai per evitare una montagna – dichiarò l’aviatore nel suo rapporto – e ci trovammo a sorvolare una bassa vallata. Proprio davanti a noi c’era una gigantesca piramide d’un bianco abbagliante, che sembrava uscita da un racconto di fate. La superficie sembrava di metallo, o d’una pietra molto chiara. Era di un candido immacolato su ogni lato. La cosa più incredibile era la punta, enorme, di un materiale simile ai gioielli, probabilmente cristallo. Rimanemmo sbalorditi dall’immensità dell’oggetto. Io e il navigatore volevamo atterrare, ma non c’era spazio per farlo”. Gaussman volò per tre volte intorno alla struttura e la fotografò. “Non c’era nulla intorno, solo quella piramide in mezzo al nulla. Penso che sia molto antica. Chi può averla costruita e perché? Che cosa contiene?” 

E non fu certo l'unica testimonianza. 


foto del 1947 della Piramide Bianca ove pare che la punta
avvistata da Gaussman sia scomparsa




Buona parte delle strutture piramidali note rappresentano antichi tumuli funerari realizzati per ospitare i resti di molti dei primi imperatori della Cina. Il più famoso è il Mausoleo del Primo Imperatore cinese Qin Shi Huang, vicino a Xi’an, nella provincia Shaanxi della Cina.
È qui infatti che fu trovato il famoso Esercito di Terracotta, un gruppo stimato tra le 6 mila e le 8 mila statue di guerrieri, vestiti con corazze in pietra e dotati di armi, poste di guardia alla tomba dell’imperatore. Di queste statue sono state riportate alla luce circa 500 guerrieri, 18 carri in legno e 100 cavalli in terracotta.


















Le strutture piramidali cinesi, delle quali si ha notizia ufficiale, presentano cime piatte, quindi molto più simili nella forma alle piramidi messicane di Teotihuacàn, rispetto a quelle di Giza in Egitto.

Ma veniamo alla scoperta p'iù clamorosa per chi si occupa di archeologia, l'esistenza di numerose piramidi anche in Cina.
Una mappa dettagliata dell’US Air Force della zona intorno alla città di Xian, realizzata con l’utilizzo di fotografie satellitari, mostra almeno 16 piramidi.










Interessante notare che le tre piramidi maggiori ricalcano la posizione delle piramidi di Giza e di Teotihuacàn, configurazione che secondo molti ricercatori richiama la posizione delle tre stelle della Cintura di Orione, qui siamo avanti a ben 4 coincidenze simili, avvenute in tre continenti diversi, che fanno capo ad un punto in comune che si trova nello spazio. Come diceva Agatha Christie: «Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova».

Tuttavia, l’impressione è che la Cina non rinuncerà a tutti i suoi misteri così facilmente. Probabilmente, molte piramidi sono ancora da scoprire, altre non ancora fatte conoscere alla comunità scientifica e all’opinione pubblica.
Resta la domanda: come mai la piramide rimane la forma architettonica più diffusa dell’antichità? Sulla base del fatto che molte civiltà del passato abbiamo preferito la forma piramidale come struttura fondamentale, alcuni ricercatori pensano che in un passato remoto sia esistita una civiltà globale che ha abitato il nostro pianeta, diffondendo la sua cultura in tutti i continenti della Terra.





Dopo essere stata spazzata via da un immenso cataclisma globale, questa antica civiltà avrebbe lasciato le tracce della sua esistenza nei monumenti piramidali sparsi su tutto il pianeta. I pochi superstiti avrebbero poi ricostruito il mondo post-diluviano. Si tratta della Teoria degli Antichi Umani.

Altri, tuttavia, pensano che nel passato dell’umanità ci sia qualcosa di molto più intricato: viaggiatori extraterrestri avrebbero preso contatto con i nostri antenati, alterandone la cultura e l’evoluzione. Data la loro abilità tecnologica, i nostri antenati avrebbero considerato questi viaggiatori alieni come divinità.
In effetti anche la mitologia cinese tramanda di esseri celesti discesi sulla terra in draghi volanti: costoro furono i primi sovrani cinesi che diedero inizio alla civiltà cinese e che sono conosciuti come i Tre Augusti: Fu Xi, Nüwa, Shen Nung.


SE TI E' PIACIUTO IL POST,  ISCRIVITI AL BLOG, MI AIUTERAI A FARLO CRESCERE. 
GRAZIE