it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: SCHELETRO MAYA DI 10.000 ANNI FA IN UNA GROTTA SOTTOMARINA IN MESSICO

SCHELETRO MAYA DI 10.000 ANNI FA IN UNA GROTTA SOTTOMARINA IN MESSICO






In quello che è considerato il più importante sito archeologico sottomarino del mondo, gli esperti hanno scoperto sacre antiche reliquie Maya, insieme a resti umani e ossa di animali dell'Era Glaciale. 
Finora, gli esperti hanno scoperto un totale di 198 oggetti, tra cui muri, altari e un sito di sepoltura Maya con resti umani. 



Alcuni di questi oggetti risalgono a più di 10.000 anni e appartenevano ai primi coloni della penisola dello Yucatan in Messico.Il team responsabile del Great Maya Aquifer Project ha trovato uno scheletro umano che si ritiene abbia 10 mila anni, in quello che è considerato il più grande cenote del mondo, nello stato di Quintana Roo, in Messico.La struttura ossea recentemente scoperta è il quarto scheletro trovato finora, di quelli che si ritiene siano i primi insediamenti nell'area.

foto caverna 
L'archeologo, responsabile, Guillermo De Anda ha riportato in una conferenza stampa la scoperta di un cenote con scale e altari dedicati a Ek Chuah, il dio della guerra e del commercio.
"Penso che sia travolgente. Senza dubbio, è il più importante sito archeologico sommerso al mondo. È molto improbabile che esista un altro sito nel mondo con queste caratteristiche. C'è una quantità impressionante di artefatti archeologici all'interno e anche il livello di conservazione è impressionante. "
Si presume che questo spazio fosse usato come punto di pellegrinaggio dai mercanti maya.
Gli archeologi hanno trovato un gran numero di resti di ceramica e una maschera che rappresenta l'Ek Chuah.




Le vie terrestri utilizzate dai Maya per il commercio necessitavano di punti di "pellegrinaggio rituale", secondo De Anda.
"Sulla loro strada verso l'interno, hanno dovuto fermarsi agli altari e nei luoghi sacri per fare uno scambio con gli dei e, in qualche modo, questa è una delle tracce che hanno lasciato", ha detto.
La cosiddetta Grotta del Dio del Commercio ha un tempio e una scala che consente l'accesso alla grotta.

braccio di una statua

In 347 chilometri di gallerie sotto il suolo di Quintana Roo, i resti archeologici e paleontologici sono concentrati in 198 luoghi.
Il team che ricerca nel sito archeologico subacqueo più importante del mondo ha il sostegno dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) e del National Geographic per esplorare le gallerie allagate, dove finora sono stati trovati elementi unici, come una grotta con resti di Pleistocene fauna incastonata nelle pareti.
Gli esperti hanno scoperto un totale di 198 oggetti nel sistema di grotte.




Come notato da De Anda, i resti trovati potrebbero spiegare "un evento catastrofico" che ha permesso a queste ossa di rimanere in quel luogo.
"Abbiamo ancora bisogno di determinare a cosa appartengano queste ossa, ma il progetto sta integrando un paleontologo per capire questi contesti e prendersi cura di loro come si deve", ha concluso.



SE TI E' PIACIUTO IL POST,  ISCRIVITI AL BLOG, MI AIUTERAI A FARLO CRESCERE. 

GRAZIE