it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: IL FARAONE ALIENO D'EGITTO

IL FARAONE ALIENO D'EGITTO

IL FARAONE ALIENO D'EGITTO. ECCO LE PROVE.




Il prof. Walter B. Emery, illustre egittologo che condusse numerose operazioni di scavo in Egitto, documentò il ritrovamento a Saqqara di reperti umani dal cranio dolicocefalo risalenti all'epoca predinastica. E, proprio come sostenuto dai ricercatori maltesi, (vedi post nel blog "A chi o a cosa appartengono...")  egli scoprì che non poteva trattarsi di una stirpe autoctona, in quanto non solo possedevano un cranio più grande rispetto a quello dell'etnia locale, ma presentavano anche molti altri caratteri genetici atipici per il clima del luogo, come capelli chiari, corporatura molto più robusta della media e una statura media assai superiore. 
Emery dichiarò quindi, oltre ogni ragionevole dubbio che tale ceppo razziale non poteva essere originario dell'Egitto (come sappiamo non esserlo di Malta) ma che ciononostante aveva svolto in loco un ruolo sacerdotale e governativo di prim'ordine.


 

 


Questo gruppo etnico venne identificato con la casta dominante che la tradizione egizia chiamò con l'appellativo di Shemsu Hor, ovvero i "Seguaci di Horus", tuttora ufficialmente ritenuti personaggi puramente mitologici.
Eppure, oggi, per molti autorevoli ricercatori indipendenti come Graham Hancock, i seguaci di Horus potrebbero essere stati in realtà gli ultimi superstiti di un evoluto gruppo etnico non originario dell'Egitto che avrebbe svolto il ruolo di civilizzatore sugli altri popoli dopo l'ultima glaciazione.





L'arcaica tecnica della manipolazione  della forma della testa deve quindi essere stata concepita come strumento per somigliare fisicamente ai membri della casta dominante.
Ma i cranii allungati, ritrovati, non possono essere stati manipolati come già state pensando!!
Perchè gli studi e i saggi di approfondimento sui teschi ritrovati, soprattutto quelli maltesi, che documentano una intera collezione, anche fotografica, di crani dalle caratteristiche molto particolari come l'assenza delle normali linee di saldatura cranica, caratteristica del cranio umano.
Ovviamente, neanche a dirlo, i teschi Maltesi sono stati rimossi dal Museo Archeologico della Valletta, pare siano stati chiusi in un deposito sempre del museo ma non accessibile al pubblico. "Non commento!!"
 E' quindi logico concludere che i sacerdoti serpente o "Seguaci di Horus"  furono il ceppo razziale più antico e progredito del monto antico. La domanda è da dove veniva?
Nonostante la loro stirpe sembra essere scomparsa nel nulla intorno al 2500 a.C., il simbolo per eccellenza  della casta dei faraoni egizi continuò a essere il serpente per tutti i millenni che seguirono, basta osservare una copia del volto di un faraone qualsiasi, il particolare





copricapo posto all'altezza della fronte raffigurava la testa di un cobra e anche la barba veniva annodata sotto il mento come fosse la coda.




Vinci una 500



E' un dato di fatto oramai che l'aristocrazia egizia fosse etnicamente diversa dal resto della popolazione su cui governava. E che notoriamente e per consuetudine ben radicata, sposavano fratelli o sorelle. Ma non a parole!! Essa infatti aveva un gruppo sanguigno di tipo A (associato di norma alla cosiddette razze ariano-caucasiche) a dispetto di una popolazione locale caratterizzata pressoché integralmente dal gruppo 0. 
Peraltro, lo stesso tipo di scoperta è stato effettuato anche sulle mummie incas, confermando così l'ipotesi dell'opera civilizzatrice post-glaciale. 

Tra gli appartenenti alla razza dei "sacerdoti-serpenti" o "seguaci di Horus" rientrava sicuramente il faraone Akhenaton. 
Il faraone dolicocefalo che riportò l'antico culto del sole (Horus-Sole). Lui stesso, sua moglie Nefertiti e i suoi figli possedevano vistosi crani dolicocefali.  Tra le altre stranezze, anche il volto del faraone non rientra certo nei canoni della razza "umana", anzi reca dei tratti serpentiformi oltre ad  una statura molto alta, fianchi decisamente larghi non proprio tipicamente maschili. 


Notare i crani dei bambini!


il Faraone Akhenaton
Akhenaton
la sposa di Akhenaton, Nefertiti


Non si tratta di normale rappresentazione artistica egizia, ma questo tipo di cranio e fattezze "fuori standard" erano riservate solo ed esclusivamente a Faraoni e famiglia. Sembra logico ora chiedersi se i copricapo dei faraoni e delle regine erano studiati ad ok per le fattezze dei teschi allungati e non per caso.

SE TI E' PIACIUTO IL POST,  ISCRIVITI AL BLOG, MI AIUTERAI A FARLO CRESCERE. 

GRAZIE




loading...