it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: dicembre 2018

ORA NON CI SONO PIU' SCUSE PER NON CREDERE!!

COS'E' QUELL'OMBRA ENORME ?
qui sopra potete vedere un'ombra tonda che sembra avere una estensione che finisce sulla superficie del sole
Come si  possono spiegare queste immagini, riprese dal satellite  SOLAR DINAMICS O. l'11/3/12, guardate con attenzione nella parte centrale ed inferiore della foto: sembra che nella corona solare ci sia un disco che abbia una estensione conficcata sulla superfice solare.
Il che già di per sè é scioccante ma il tutto diventa incredibile quando dopo un paio di ore di osservazione in cui non accadeva nulla, improvvisamente questo oggetto tondo, si allontana dal sole trascinando dietro di se l'estensione e  rilasciando una scia luminosa di plasma. Incredibile.


dopo un paio di ore di osservazione, l'ombra si muove molto velocemente, staccandosi dal sole


il distacco è talmente veloce che lascia una scia di plasma solare nello spazio.
 Troverete su internet il video che documenta per intero queste immagini, assolutamente incredibile e che addirittura ha lasciato la stessa NASA e tutto il circondario senza alcuna spiegazione, soprattutto plausibile. Ovviamente tutti i media hanno snobbato questo video, facendolo passare per una fake news (adesso questa è una buona scusa per fare passare in secondo piano tutto quello che è scomodo).

Ecco il video originale registrato dal satellite con le relative spiegazioni ufficiali che sono riusciti a "trovare"!!!





Un altro enorme oggetto luminoso visto decollare dalla superficie del sole.

Durante la visualizzazione delle immagini catturate dalla NASA, un misterioso oggetto è stato scoperto dal famoso ufologo di Taiwan Scott Waring. Apparentemente aveva le dimensioni della Terra nonostante sembrasse emergere dalla superficie del Sole, sviluppando una velocità incredibile .
Dalla luminosità dell'oggetto, si può dedurre che la sua composizione non è la stessa di quella del nostro Sole. Questo misterioso oggetto è relativamente grande, visto che a confronto, le dimensioni della Terra sono circa 109 volte più piccole del Sole. Anche un fotografo e astrofilo italiano avrebbe immortalato accidentalmente questo oggetto volante non identificato nell'attimo in cui decollava dalla superficie solare . Egli è stato in grado di rilevare l'oggetto luminoso mentre visionava i fotogrammi sul monitor del PC. A suo dire, la velocità osservata da quel corpo luminoso avrebbe potuto essere prossima alla velocità della luce. Il ricercatore Scott Waring fa notare che solo gli antichi alieni avrebbero potuto costruire un'astronave di tali dimensioni capace di viaggiare all'interno della nostra stella senza bruciare e resistere a quelle enormi temperature.



UN AVVISTAMENTO ED INSEGUIMENTO IMMAGINI ORIGINALI FORNITE DAL DIPARTIMENTO DELLA DIFESA DEGLI STATI UNITI




Il video, parte del materiale rilasciato dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, è una delle segnalazioni indagate dal programma di indagine sull’esistenza degli Ufo del Pentagono, l’Advanced Aviation Threat Identification Program. Che sarebbe stato interrotto nel 2012 e che, invece, alcuni funzionari sostengono essere ancora attivo (leggi l’articolo). Nel video, pubblicato dal New York Times su licenza del Dipartimento della Difesa, un oggetto volante viene ripreso e inseguito da due caccia Super Hornet F/a-18 della marina. “Un’aura incandescente che viaggia ad alta velocità e ruotando mentre si muove”, scrive il NYT
AIUTACI A RIMANERE ATTIVI!!! SOSTIENICI! GRAZIE

LA BIBBIA CONFERMA LE ORIGINI ALIENE DELL'UOMO





Secondo quanto concluso da diversi ricercatori tra i quali M. Biglino, i testi biblici confermano i racconti sulla creazione dell'uomo che Sitchin attribuisce ai Sumeri e ne rappresentano una sintesi mirabile.

Sinteticamente il ricercatore italiano, dopo anni di traduzioni letterarie delle scritture bibliche ha concluso:


1 - La parte più antica della Bibbia è in sostanza un libro di storia che narra le origini dell'umanità e la successiva vicenda di un popolo che ha stabilito un rapporto/alleanza con uno degli Elohim;

2 - L'uomo è frutto di un'ibridazione genetica;

3 - L'ibridazione genetica è stata effettuata da individui fisicamente simili a noi ma dotati di conoscenze e di tecnologie incomparabilmente superiori, questi individui erano conosciuti con vari nomi ed erano raggruppati in gerarchi, a seconda dei ruoli ricoperti sono definiti Elohim, Nephilim, Anaqim ect. nella Bibbia; Anunnaki, Igigi, Refaim dai Sumeri; Viracochas dalla culture mesoamericane.

In origine erano oggetto di rispetto e sottomissione esclusivamente a causa del loro grande potere.

Erano sicuramente più longevi dei terrestri ma certo non immortali;

Ci hanno fatti allo scopo di produrre una razza di lavoratori/servitori di cui avvalersi;




Non si occupavano di temi quali la religione nel senso moderno del termine, la spiritualità, l'aldilà...ma avevano come obiettivo fondamentale la definizione di strutture di potere distribuite nei vari territori sui quali poi si sono sviluppate le diverse civiltà;




loading...

Si sono preoccupati di fare evolvere culturalmente questa nuova razza ibrida (Homo sapiens) attraverso la diffusione controllata di conoscenze di carattere civile, giuridico, agronomico, astronomico, matematico ect.

4 - Gli angeli di cui parla la religione tradizionale erano in realtà dei normali messaggeri in carne e ossa che avevano il compito di fare da intermediari e di sorvegliare la nuove specie;



5 - L'Antico Testamento rappresenta spesso la sintesi di racconti sumeri che si presentano molto più precisi e circostanziati.

6 - L'Antico Testamento è stato scritto da un popolo che era con ogni probabilità di discendenza sumera, come tenteremo di documentare più avanti.






Queste conclusioni derivano dalla semplice traduzione "letterale" di quanto scritto nelle scritture, quindi senza alcuna interpretazione personale, religiosa, politica ect.

Pensateci un attimo!! Sembra la trama di un film di fantascienza, ma scritto e pensato più di 4000 anni fa.

AIUTACI A RIMANERE ATTIVI!! GRAZIE


PIRAMIDE ENORME IN INDONESIA COSTRUITA 28.000 ANNI FA

Archeologi dell'Istituto delle Scienze indonesiano hanno scoperto un'immensa "piramide" nascosta nel cuore di una collina sul monte Padang, nella parte occidentale di Giava. Il tempio, composto da più strati, occupa l'intero volume della collina, un'area di ben 150 mila metri quadrati. Lo strato più antico della costruzione interrata si stima abbia ben 28 mila anni.
Sulla cima del monte Padang, nella parte occidentale di Giava (Indonesia) è stata scoperta un'antichissima e immensa piramide nascosta da terra e vegetazione. Si tratta di un tempio costruito strato dopo strato nell'arco di millenni, del quale fino ad oggi era conosciuta solo la parte superficiale, dove è ospitato un sito archeologico avviato all'inizio del XIX secolo.


loading...
I ricercatori dell'Istituto delle Scienze indonesiano guidati dall'archeologo Danny Hilman Natawidjaja sospettavano da tempo che una  parte della collina non fosse completamente naturale, tuttavia non immaginavano che tutta l'area sotterranea, alta una trentina di metri, fosse un'immensa costruzione artificiale. Credevamo che in passato questa collina fosse una specie  di edificio. Si è scoperto che si estende molto più in basso, consiste di diversi strati ed è in realtà l'intero volume della collina" ha dichiarato all'agenzia di stampa russa Rio Novosti il geologo Andang Bakhtiar, supervisore dell'area archeologica. Gli scienziati hanno svelato l'arcano servendosi di immagini satellitari, rilevazioni radar, tomografie a raggi X e altri metodi di scansione. Grazie ad essi hanno rilevato i gradoni di un tempio che si estende per ben 150 mila metri quadrati. La parte più profonda sarebbe stata costruita ben 28 mila anni fa, mentre gli strati più recenti dovrebbero avere rispettivamente 9 mila anni, 8.300 / 7.500 anni e 3000 / 3.500 anni. Lo strato più superficiale è composto da rocce basaltiche intagliate per formare colonne e passaggi; proprio durante quest'ultima opera di aggiornamento sarebbe stato deciso di interrare e celare con la vegetazione le parti più antiche della struttura. E' interessante sapere che nell'area del sito archeologico gli autoctoni si recano ancora oggi per pregare e deporre corone di fiori; non si esclude vada avanti da migliaia di anni con lo stesso rito.


Certo è che la datazione della costruzione della parte più in profondità risalente a 28.000 anni fa è scioccante!! Se così fosse veramente di dovrebbero stracciare tutti i libri di storia umana. 
Vorrei ricordare ai lettori che a questo punto potrebbe essere citato il famoso papiro di Torino (vedi post precedenti) nel quale sono riportati tutti i Faraoni che hanno regnato sull'Egitto, indicando oltre al nome del Faraone anche gli anni di regno; anche qui calcolando gli anni di regno dei faraoni ne deriva una datazione incredibile, che porta il primo Faraone a regnare sull'Egitto ben 36.000 anni fa.

SOSTIENI IL NOSTRO BLOG!!!






loading...