it.adnow.com/?referral=337274 VERITA' NASCOSTE: IL VIDEO CHE CONFERMA LA DATAZIONE DELLA SFINGE E NON SOLO

IL VIDEO CHE CONFERMA LA DATAZIONE DELLA SFINGE E NON SOLO

foto da Civiltà antiche e antichi misteri


......facciamo il punto sull'età della Sfinge dopo aver già letto il precedente post, negli anni ulteriori prove confermano la sua reale e vetusta età!! 


Punto 1 - Stranamente Erodoto (Erodoto viaggiò e visitò gran parte del Mediterraneo orientale, in particolar modo l'Egitto dove, affascinato da quella civiltà, rimase per quattro mesi. I viaggi gli avrebbero fornito materiali utili destinati alla stesura della sua opera "le Storie"), non ne parla e quindi si deve supporre che fosse coperta dalla sabbia quando egli visitò l'Egitto nel 450 a. C. circa, oppure lo sperone di roccia assomigliava così poco a un volto che Erodoto nemmeno lo notò.
Secondo Cicerone, Erodoto fu il padre della storia, nella sua immensa opera raccolta sotto il titolo di Storie, fu il primo a descrivere la civiltà Egizia, e tutto quello che vide con i propri occhi nei suoi numerosi viaggi.

Punto 2 - Quando la sabbia che seppelliva la Sfinge fino al collo fu rimossa nel 1817, si scoprì un piccolo tempio tra le zampe. Esso conteneva la statua di un leone e tre stele; la data della stele che si trovava sul petto della Sfinge apparteneva all'epoca del re Tutmosi IV che salì al trono nel 1425 a. C. La stele principale raccontava che, durante una battuta di caccia, il re Tutmosi IV si era addormentato vicino alla Sfinge che era la dimora del dio Kheper, una forma di Ra, dio sole e creatore dell'universo che gli parlò in sogno chiedendogli di togliere la sabbia che lo ricopriva. Tutmosi fece ciò che gli era stato chiesto e inoltre fece restaurare il corpo della Sfinge.

Punto 3 - Sembra tra l'altro che le stesse operazioni fossero già state compiute in passato. Sulla stessa stele figurava il nome del faraone Chefren, ma molte frasi sono illeggibili e quindi non ne è chiaro il significato.
Da qui la convinzione degli egittologi classici, come il Dr. Zahi Hawass, responsabile del Museo del Cairo, che la Sfinge fosse stata eretta da Chefren e che la testa scolpita è un ritratto del faraone. Niente di più errato.

Punto 4 - Sir Gaston Maspero, (nel novembre del 1880 Maspero si recò in Egitto a capo di una spedizione archeologica divenendo direttore generale degli scavi e delle antichità in Egitto. Conscio della sua notorietà più come linguista che come archeologo, Maspero decise di partire dalle scoperte fatte da Mariette negli scavi di Saqqara, espandendo la ricerca dal primo Antico Regno in poi, mostrando particolare attenzione alle tombe che contenessero iscrizioni geroglifiche abbastanza lunghe e complete per aiutarlo a scoprire lo sviluppo della lingua egizia, trovando più di 4000 linee di geroglifici che furono catalogati e fotografati), supponeva che anche Chefren avesse fatto rimuovere la sabbia e probabilmente avesse anche fatto restaurare la Sfinge ( i restauri della parte posteriore risalgono all'Antico Regno, durato circa 450 anni, dal 2575 al 2130 a. C.)

A questo punto é logico farsi una domanda: se la Sfinge è stata eretta da Chefren nel 2500 a. C. circa, perchè avrebbe avuto bisogno di essere ristrutturata dopo appena 350 anni? 

Quindi secondo Maspero, Chefren si era limitato a restaurare la Sfinge dopo averla riportata alla luce. Ciò dimostrava che la Sfinge era già coperta di sabbia ai tempi di Cheope e dei suoi predecessori. Infatti nel secolo scorso gli egittologi già pensavano che fosse più antica delle piramidi, per poi cambiare idea nel secolo successivo.


Come già dimostrato da diversi scienziati e geologi, quando la Sfinge fu eretta il Sahara era una terra verdeggiante e battuta da diversi temporali, questo spiegherebbe l'erosione della Sfinge da parte dell'acqua. Non si sa esattamente fino a quando fu una terra verdeggiante, ma verosimilmente fino al 3500 a. C. - Tempo in cui la Sfinge già esisteva da tanto di quel tempo da essere erosa dall'acqua caduta durante i temporali stagionali.
Incredibilmente proprio in questi giorni, più precisamente il 2 luglio scorso un famoso documentario della Mediaset, dal titolo "Freedom oltre il confine" hanno fatto vedere un soffitto in una tomba, che per molti anni era rimasto nascosto perchè ricoperto da "intonaco", quindi nascosto volutamente. Il motivo? Perchè sotto vi è un cielo che reca la posizione di stelle e pianeti un po diversa da quella che comunemente si crede, o meglio una datazione (della civiltà egizia)  che non corrisponde a quella che il 90% degli studiosi afferma da secoli. La datazione che è incisa sul soffitto corrisponde al 10.650 a.C. (non ho scritto male........GUARDATE IL VIDEO)
clicca qui per vedere il video

Nessun commento: